SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI AI € 39

certificazioni

È maggio, l’aria si profuma di rosa canina

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Anche voi non appena sentite pronunciare la parola “maggio”, pensate ad una rosa? Protagonista indiscussa della primavera, elegante e raffinata, la rosa è il fiore regale per eccellenza.

Ma è proprio quella con i petali più semplici, regale nell’essere e non nel mostrarsi, a donarci le bacche più preziose.

 

ROSA CANINA, IL POTERE DELLA SEMPLICITÀ

Nota anche con i nomi di rosa selvatica, rosa delle siepi o rosa spina, la rosa canina inizia a schiudere i suoi boccioli nel mese di maggio. Fiorisce da una pianta rustica, ruvida di foglia e spinosa di gambo, che cresce ai margini dei boschi o nei campi non più coltivati.

Se amate fare lunghe passeggiate nella natura di certo avrete potuto ammirare i cespugli selvatici ricoperti di delicati fiori bianchi e rosa tenue, formati da cinque o sette petali e una corolla di pistilli gialla al centro.

Una rosa semplice, che non ama mettersi in mostra, ma con un nome feroce. Perché è detta “rosa canina”? Si narra che fu Plinio il Vecchio a diffondere la credenza che la radice della pianta fosse un rimedio contro la rabbia trasmessa dai morsi dei cani. In realtà, le attuali conoscenze farmacologiche hanno escluso che la rosa canina possa avere qualche effetto benefico sulla rabbia.

 

LA MADRE DI TUTTE LE ROSE

Se possiamo ammirare la semplicità della rosa e godere delle sue innumerevoli proprietà, lo dobbiamo a Bacco.

La leggenda infatti narra che il dio del vino, invaghitosi di una Ninfa, tentò di conquistarla. Lei, terrorizzata, cercò di fuggire, finché non cadde inciampando in un cespuglio: provò più volte ad alzarsi, ma il dio la raggiunse. Per avergli permesso di possedere la Ninfa, egli non esitò a ringraziare il cespuglio, facendo spuntare su di esso bellissimi fiori di un delicato colore rosato, come le guance della sua Ninfa.

 

PICCOLE BACCHE CON I SUPERPOTERI

Al termine della fioritura, quando il clima cambia e il freddo si avvicina, dalle rose nascono i falsi frutti della pianta, bacche carnose di un colore rosso intenso.

Le piccole bacche della rosa canina sono il maggior fornitore autoctono di vitamina C: 100 gr di bacche contengono la stessa quantità di vitamina C di 1 kg di agrumi!

Utilizzata per le sue proprietà benefiche sia in medicina che in cucina, la rosa canina è impiegata anche nella cosmesi:

  • La vitamina C attiva la produzione di collagene, che aiuta a contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo. Infatti mantiene elastica e giovane la pelle, facilitando la scomparsa delle macchie.
  • La vitamina A è utile per prevenire e trattare acne e pelle screpolata

 

 

IL NOSTRO ESTRATTO DI ROSA CANINA BIO

Noi di OLEAM non potevamo di certo rinunciare alle sue infinite proprietà! Così abbiamo deciso di utilizzare la rosa canina come ingrediente speciale del nostro Siero viso antiage e di sfruttare i suo effetti lenitivi, idratanti e antiage per creare un prodotto facile da applicare, ma dai risultati straordinari.

Scopri anche tu i benefici di un rituale rilassante e rassodante!

Dal mondo della bio cosmesi avanzata

Entra nel mondo del benessere Oleam.

Subito per te

15% DI SCONTO

sul prossimo acquisto.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito il codice sconto. In anteprima per te novità, promozioni e consigli per una skincare efficace e sostenibile.